lunedì 27 marzo 2017

ROMANTICI CUORI IN PANNOLENCI...

Con questo post vi voglio parlare di due lavori che ho fatto per due occasioni particolari, due matrimoni.
Mi piace, quando ricevo dei confetti per occasioni così importanti, donare subito qualcosa fatto da me, che non sia troppo vistoso, perché a volte non si conoscono i gusti degli sposi, ma che comunque risulti elegante e nello stesso tempo semplice.









L'abbinamento dei colori è lo stesso perché mi piace molto, cambia un po' la forma e ovviamente le iniziali.

Per prima cosa disegno le iniziali su di un foglio a quadretti e quando sono soddisfatta comincio il ricamo rispettando lo schema.



Sovrappongo la tela Aida al pannolenci, faccio un'imbastitura per fissare i due tessuti e ricamo.
Una volta finito il ricamo sfilo con molta pazienza i fili di tela Aida.
Ritaglio il cuore intorno alle iniziali e assemblo tutto a punto festone, imbottendo un pochino e aggiungendo rose e nastrino per appenderlo.
 Volendo, all'interno si può aggiungere un sacchettino di lavanda per trasformarlo in profuma armadi.

Semplice, ma secondo me molto elegante.

Non mi resta che salutarvi e augurarvi una buona giornata!!! GRAZIE DI ESSERE PASSATI ....

lunedì 13 marzo 2017

IO, IL PIROGRAFO E ...KLIMT...2

Buongiorno a tutti, in uno dei precedenti post vi avevo presentato "le tre età della donna" di Klimt pirografato e colorato da me (vedi QUI) e siccome la cosa mi è piaciuta ho voluto replicare, questa volta con un'opera famosissima "il bacio".
La tavola misura 15x22 cm.


Diciamo che la quantità di particolari ha reso l'esecuzione un po' lunga ma il risultato finale mi piace molto.



Come sempre ho aggiunto qualche particolare colorato a pastello.

Sto già pensando a quale altra opera potrei replicare, voi avete idee?

GRAZIE DI ESSERE PASSATI DA QUESTE PARTI!!!

(Non so se capita anche a voi, ma quando sto lavorando ad un progetto creativo sono euforica e non vedo l'ora di dedicarci del tempo, poi quando sto per finire mi viene una sorta di nostalgia che quasi quasi mi fa pensare di lasciarlo incompiuto per riprenderlo più avanti...quindi devo subito pensare a creare qualcos'altro....è una faticaccia 😂😂...)

Bene....sperando che qualcuno mi capisca 😁😁....vi auguro una bellissima giornata piena di gioia e creatività, perché come diceva Einstein " la creatività non è altro che un' intelligenza che si diverte"

CIAOOOOOOOO  💟💟💟

lunedì 6 marzo 2017

CASETTA RIFUGIO PER API SOLITARIE E INSETTI UTILI

Ciao a tutti, vi voglio raccontare questa buffa storia.

Tempo fa stavo cercando in internet consigli e tutorial per costruire dei nidi artificiali per cinciarelle. Mentre scorro decine di immagini di casette per uccelli, ecco che trovo delle strane casine riempite di canne di bambù, incuriosita faccio una ricerca ed ecco che scopro che in Olanda, Germania, Regno Unito ma anche in Austria è abitudine mettere nei giardini o negli orti dei rifugi (chiamati anche hotel) per api solitarie ed insetti utili per l'impollinazione come farfalle, coccinelle ecc.
Scopro che le api solitarie si chiamano così proprio perché non vivono in colonie, non hanno il pungiglione velenoso e svolgono un duro lavoro impollinando cespugli e alberi da frutto, si rifugiano nelle cavità degli alberi e a causa dell'inquinamento sono una specie minacciata.

Più leggevo e più volevo anche io un rifugio per api solitarie 😁😁.....come già detto in un altro post, non ho un giardino privato ma un bel balcone che d'inverno si riempie di uccellini affamati e dalla primavera all'autunno di fiori ed erbe aromatiche, quindi ho voluto costruirne una.

Devo ringraziare mio marito che mi ha tagliato i vari pezzi di legno che poi ho assemblato e colorato.







Ho inserito i pezzi di canna di bambù (un lato deve essere chiuso, io non ho messo un altro pezzo di legno ma ho semplicemente sigillato il fondo delle canne con colla a caldo), ho colorato con colori acrilici, aggiunto due finestrelle riutilizzando due bastoncini tondi (quelli dei ghiaccioli ....quando qualcosa è di legno tendo sempre a conservarlo) e tendine di pizzo. Un lato l'ho decorato con una pianta di glicine, l'altro con un cespuglio di lavanda.
Devo dire che questa casetta così colorata dona già al mio terrazzo un'aria primaverile non mi resta che aspettare che qualcuno venga a farmi visita.




Ho fatto una passeggiata con Mia, oggi è  una bella giornata di sole, la natura si sta risvegliando osservo i colori, le prime margherite e le timide gemme sugli alberi, la primavera è nell' aria e pensare che la mia stagione preferita è l' inverno 😊....

Con questo post PARTECIPO:







c'è tempo fino al 31 marzo!!!


Buona giornata a tutti e grazie di essere passati.

martedì 21 febbraio 2017

COSTUME POPCORN RICICLOSO....

Vi propongo un tutorial fotografico per realizzare un costume di carnevale con materiale di recupero.
Penso che questa sia la festa dove si possa dare libero sfogo alla creatività senza dover per forza comprare dei costumi.
Ho fatto alcune ricerche su Pinterest e alcune fotografie mi hanno colpito particolarmente, ma come ben sapete non sempre su Pinterest si trovano i tutorial, o quei pochi che ho trovato richiedevano materiali che al momento non avevo in casa e allora ho fatto la mia rivisitazione del costume di carnevale Popcorn, ma passiamo alla presentazione del costume....



MATERIALE :
Scatola di cartone con lato che misura  47x35 cm
Fogli di carta
Colori acrilici o tempere rosso e giallo
Forbici
Carta velina bianca (ho usato quella per i cartamodelli )
Contenitore grande per popcorn  (quelli che vendono al cinema)
Colla vinilica
Colla a caldo

(Purtroppo non ho fotografie durante la fase di lavorazione prima del rivestimento con la carta a righe, ma se seguirete passo passo i vari passaggi capirete che è molto semplice)

Togliete il fondo della scatola e tagliate i  buchi per le braccia come nella foto:




Aprire la scatola dietro, sopra e tagliate il buco per la testa come nella foto:






(Questi tagli servono per indossare il costume con facilità, una volta indossato si chiuderanno con del nastro adesivo.)

Rivestire la scatola con i fogli di carta bianchi dove avremo disegnato in precedenza delle  righe verticali di circa 5 cm. A questo punto coloriamo le righe.

La scritta l'ho disegnata e colorata a parte e poi l'ho incollata in centro.



Ritagliamo i fogli all'altezza dei buchi delle braccia ripiegando e incollando all'interno la carta in eccesso.


Appallottoliamo la carta velina, o comunque dei fogli di carta leggera, schiacciandoli un po' al centro e "sporchiamo" in modo casuale il centro con del colore giallo. Questi saranno i popcorn che incolleremo sopra con della colla a caldo. Più sono e più l'effetto sarà realistico.






Non resta che indossarlo, mettere il "cappello" e via per la sfilata.....

BUON DIVERTIMENTO!!!

giovedì 16 febbraio 2017

TUTORIAL PORTA SACCHETTI IGIENICI....

PORTA SACCHETTI AMICI PELOSI FAI DA TE ...

Avete presente i porta sacchetti per i nostri amici a quattro zampe? Bene, ero stanca del solito contenitore in plastica e allora ne ho confezionato uno con materiale di recupero.    




Lo trovo molto comodo perché ci posso mettere anche le chiavi di casa e qualche moneta quando esco a fare la passeggiata.
Passiamo al tutorial...

Materiale:
Stoffa 30×15 cm
Cordino 40 cm circa (recuperato da un vecchio zaino)
Gancetto a molla in plastica (di quelli che si trovano sugli zainetti di scuola)
Macchina da cucire

(Nota bene: il modello che trovate nelle foto qui sotto è in forma ridotta, l'originale risulta più lungo.)

Eseguire le prime cuciture lungo i due lati come da foto:



Passare alla cucitura successiva:



Chiudere il porta sacchetto con l'ultima cucitura come nella foto:



Per dare al fondo una forma rettangolare bisogna, da rovescio, cucire gli angoli come nella foto:



Infilare il cordino e chiudere con il gancio.




Ecco fatto....



La mia cucciola sembra soddisfatta ....io di più.....

BUONA PASSEGGIATA!!!


mercoledì 1 febbraio 2017

TEMPO DI CUORI...

                                       💘

Mese di febbraio ...si pensa subito a San Valentino e allora cosa c'è di più bello che creare dei cuori?
I cuori che vi propongo in questo post si possono realizzare in varie misure, piccoli come chiudi pacco, grandi come ghirlande per abbellire la casa. Insomma i cuori sono belli tutto l'anno e donano alla casa un' aria romantica e usando colori pastello portano già un po' di primavera.




Ecco il materiale:

💝 Fil di ferro
💝 Raffia
💝 Pannolenci
💝 Bastoncino




La raffia si può usare al naturale o la si può colorare immergendola per un'oretta in acqua calda e caffè solubile se si vuole un color marroncino, oppure in acqua e karkadè per un color rosa antico. Ogni tanto si controlla e quando sarete soddisfatte del risultato strizzate e lasciate asciugare. Una volta asciutta la colorazione risulterà molto tenue.

Attorno al bastoncino ho avvolto un filo di raffia fissandolo sia all'inizio che alla fine con un pezzetto di nastro adesivo, ho poi passato un po' di vapore con il ferro da stiro e ho lasciato raffreddare. Con questo metodo si ottengono dei "riccioli" decorativi.




Facciamo un cuore con il fil di ferro e lo rivestiamo con qualche giro di raffia.
Poi passiamo alla vera e propria "tessitura" passando casualmente da una parte all'altra del cuore senza seguire uno schema preciso. Quando saremo soddisfatte del riempimento chiudiamo il lavoro con un punto di colla a caldo.

La raffia si presenta a fili, quindi ogni volta che un filo finisce si fissa con la colla e si riparte con uno nuovo.
Adesso non vi resta che abbellire il cuore con fiori di pannolenci come ho fatto io, oppure con bottoni, fiocchi, pigne, ecc.












BU💖N   LAV💖R💖 !!!!!!


martedì 24 gennaio 2017

BIRDWATCHING CHE PASSIONE ...

Oggi vi voglio parlare del birdwatching, ossia l'osservazione degli uccelli nel loro habitat. Si può fare nelle oasi naturali ma anche comodamente a casa propria collocando semplicemente delle mangiatoie nel proprio giardino e aspettare con pazienza che i graziosi uccellini arrivino a cibarsi.
Vi domanderete, come fanno quelli che come me abitano in condominio?...Bene, niente paura io ho messo la mangiatoia sul terrazzo e funziona benissimo. Sono ormai tre anni che da novembre a marzo ho il terrazzo invaso da cince, pettirossi, fringuelli e codirossi, non potevo credere ai miei occhi le prime volte.


Provare per credere e in più aiutate la natura. Basta munirsi di vaschette o piccoli contenitori e riempirli di frutta secca, palle di grasso e semini vari che si trovano facilmente nei negozi di articoli per animali, mi raccomando devono essere semi per uccelli liberi, non per canarini o tropicali.
Le cince adorano la frutta secca e in commercio si trovano dei comodi sacchetti di arachidi e semi di girasole apposta per loro.




I miei piccoli amici sono anche molto viziati, infatti aggiungo sempre dei pezzetti di panettone, anche qui attenzione, ho letto di offrire loro lievitati dolci, non salati (es. pane, focacce). Anno dopo anno mi sono attrezzata e ho fatto costruire a mio marito un piedistallo, dove ho appeso, oltre ad una mangiatoia, varie vaschette contenenti cibo diverso.



PETTIROSSO

                                                                                                                 

Basta veramente poco, piccoli contenitori per alimenti incollato su di una base in legno ...

                                
CODIROSSO



Ed ecco il porta-arachidi fatto con due pezzi di legno (base e tappo) e della rete di plastica avvolta a formare un cilindro, il tutto assemblato con colla a caldo per la base e fascette di plastica per la rete.




Al tappo ho incollato un altro tondino di legno più piccolo e della circonferenza del cilindro per farlo incastrare perfettamente al porta-arachidi.



           CINCIARELLA                                         CINCIALLEGRA




All'inizio bisogna avere un po' di pazienza, questi piccoli amici sono molto diffidenti, ma dopo pochi giorni vedrete che spettacolo, adesso mi capita addirittura che si posino sulla ringhiera mentre sto riempiendo di cibo i contenitori.

Bene......non vi resta che provare e farmi sapere, buona osservazione!!!!